fbpx

IN

PROMOZIONE

IN

EVIDENZA

Murat è sconfitto?

4 Giorni - 3 Notti
TIPOLOGIE

Avventura

DIFFICOLTÀ

Minima

NUM. MIN.

8 partecipanti

da 420

Sapete dove Napoleone Bonaparte nel 1797 firmò il trattato di pace che segnò la resa dell’esercito pontificio con la cessione di una parte dei territori e beni della Chiesa ai francesi, e l’inizio dell’ascesa al potere di Napoleone ? A Tolentino, nelle Marche. E sapete dove ebbe luogo la battaglia tra le truppe austriache e quelle di Gioacchino Murat, cognato di Napoleone, considerata il primo tentativo di indipendenza italiana? A Tolentino, nelle Marche. E sapete dove scoppiò il primo moto carbonaro nel 1817, quello che diede il via a tutti i successivi che portarono all’ Unità di Italia? A Macerata, nelle Marche.

Nonostante fossero parte dello Stato Pontificio (o forse proprio per questo), costituite per lo più da popolazione contadina, costretta a vivere nella fame e miseria e a dover subire vessazioni e violenze dall’autorità costituita, le Marche furono uno dei territori dove per primi attecchirono i germi dell’illuminismo francese e dove si sono manifestati i primi moti di ribellione all’occupazione austriaca ed ai poteri costituiti, quei moti che poi proseguiranno per tutto ‘800 e porteranno all’ Unità d’ Italia. Possiamo dire che le Marche sono state la culla del Risorgimento italiano. E saranno i protagonisti a raccontarvi le loro gesta. Siete pronti anche voi ad abbracciare e celebrare il tricolore?

Vi proponiamo un itinerario nei luoghi che vissero la diffusione degli ideali francesi, figli della Rivoluzione attraverso le azioni dei bonapartisti e degli abitanti che fecero propri quegli ideali, sostenendo e partecipando alla battaglia di Murat contro gli austriaci prima ed ai moti carbonari e alle rivolte che si manifestarono nel territorio, sfruttando anche la loro posizione e notorietà per diffondere le idee di libertà: da Tolentino a Treia, Macerata, Montelupone ed Osimo, vi faremo conoscere le località ed i personaggi che più di altri furono testimoni e protagonisti degli albori del Risorgimento italiano

 

1°gg      MONTECASSIANO
Arrivo libero a MONTECASSIANO e sistemazione a VILLA QUIETE. Pomeriggio cocktail di benvenuto e tempo a disposizione. Pernottamento in hotel
2° gg      TOLENTINO / TREIA / MACERATA
Colazione in hotel. Mattina visita della città di TOLENTINO, teatro del trattato di pace del 1797 tra Napoleone ed il Papa con cessione di molti beni della Chiesa all’imperatore corso, e successivamente della celebre battaglia del 1815 che vide fronteggiarsi le truppe dell’esercito austriaco e di Gioacchino Murat nei pressi del Castello della Rancia. Visita del centro storico di Tolentino e del Castello della Rancia. Al termine trasferimento a TREIA: circondato da un’imponente cinta muraria medievale perfettamente conservata come le porte di accesso al centro, il borgo mantiene inalterato il fascino della sua antica origine, testimoniata dai reperti conservati nel Museo Archeologico cittadino. Treia è rinomata anche per il gioco della palla al bracciale, attività di antiche origini che ebbe massima diffusione nel Rinascimento e che ebbe il giocatore più famoso (per intenderci il Cristiano Ronaldo dell’epoca) proprio in un cittadino di Treia, Carlo Didimi, talmente famoso che nel 1821 Giacomo leopardi gli dedicò un’ode. Didimi però era anche membro della Carboneria, tra i più attivi, approfittando spesso della sua attività sportiva e delle trasferte in altri stadi, cui era impegnato, per trasmettere i messaggi tra le varie carbonerie locali del centro Italia. Trasferimento a Macerata e pranzo libero. Pomeriggio visita di MACERATA, teatro nel 1817 di quello che viene considerato il primo tentativo di organizzato dalla Carboneria negli Stati italiani del primo Risorgimento: la notte del 24 giugno 1817 alcuni carbonari maceratesi e limitrofi insorsero contro quella che consideravano la tirannide del governo del Papa Re, ma furono ben presto sconfitti ed incarcerati, l accendendo però la fiamma che sarà ripresa negli anni successivi da altri. Visita guidata di Macerata e dei luoghi dei carbonari. Rientro in hotel. Cena teatralizzata. Pernottamento
3° gg      RECANATI / MONTELUPONE/MONTECASSIANO
Colazione in hotel. Mattina trasferimento a MONTELUPONE e visita guidata: borgo fortificato di carattere medievale con cinta muraria ancora intatta, anche a Montelupone l’armata di Napoleone aveva gettato i germi di libertà personale e politica, così dopo la Restaurazione del 1815 Montelupone fu sede di uno dei primi focolai della Carboneria, che nel Palazzo Emiliani raccoglieva cittadini delle Marche e della Romagna intenti a preparare il primo motto rivoluzionario per l’italico risorgimento. Al termine visita guidata di RECANATI, città natale del grande poeta Giacomo Leopardi e del cantante lirico Beniamino Gigli, celebrati nei luoghi legati alla loro esistenza: i luoghi leopardiani (casa Leopardi, il colle dell’ Infinito, la Piazza del sabato del villaggio) ma anche il teatro Parisani e l’annesso museo dedicato al cantante, oltre che la Pinacoteca con le bellissime opere di Lorenzo Lotto. Nel pomeriggio trasferimento al piccolo borgo d MONTECASSIANO, anch’esso
4° gg      OSIMO
Colazione in hotel. Mattina trasferimento a OSIMO e visita della città: come molti dei borghi e cittadine limitrofe anche Osimo aveva subito il fascino degli ideali napoleonici, e molti dei cittadini, soprattutto nobili e professionisti ne avevano sposato la causa, tra cui il Conte Cesare Gallo, podestà della città dal 1811: non è difficile pensare come la sua residenza Palazzo Gallo potesse essere luogo di incontri e diffusione di idee illuministe, favorita anche dalla presenza sotto al Palazzo di una rete di cunicoli e grotte, oggi note come le Grotte di Piazza Dante, ricche di enigmatici altorilievi e di simbologie a carattere esoterico, inquadrabili tra la fine del XVIII e l’inizio del XIX secolo, che potevano offrire ai carbonari la possibilità di incontrarsi, discutere dei loro progetti e svolgere rituali di tipo iniziatico, lontano da occhi indiscreti. Visita di Osimo: le grotte, la piazza ed i suoi monumenti, le Chiese con la Cattedrale. Rientro in hotel. Fine dei servizi

 

PARTENZA: OGNI GIOVEDI'
LE VISITE SONO CONFERMATE CON MINIMO 8 PARTECIPANTI

DURATA

4 Giorni - 3 Notti

PARTECIPANTI

Minimo 8

QUOTA INDIVIDUALE

da 420

LA QUOTA COMPRENDE

3 notti in hotel/residenza d’epoca in camera doppia standard

trattamento di pernottamento e colazione

cocktail di benvenuto il giorno dell’arrivo

1 cena a tema con teatralizzazione

2 giornate intere + 1 mezza giornata di visita guidata

Servizio di Trasporto privato durante le visite e le escursioni previste dal programma

Assistenza h24

Assicurazione medico-bagaglio

LA QUOTA NON COMPRENDE

Tassa d’ iscrizione: € 20

Trasporto in arrivo e partenza all’hotel

I pranzi e 2 cene
le bevande ai pasti

Gli ingressi ai musei e nei luoghi di visita

Eventuali supplementi per alta stagione o festività locali

Tassa di soggiorno

Eventuale assicurazione annullamento (facoltativa)

Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”