fbpx

IN

PROMOZIONE

IN

EVIDENZA

Gran Tour tra Passato e Presente

14 Giorni - 12 Notti
TIPOLOGIE

Tradizioni

DIFFICOLTÀ

Minima

NUM. MIN.

2 Partecipanti

1650

1°gg: ITALIA-TASHKENT
Partenza con volo di linea dall’Italia. Pernottamento a bordo.

2°gg: TASHKENT
Arrivo in aeroporto di mattina, disbrigo delle formalità doganali, incontro con la guida locale e trasferimento in Hotel. Giornata dedicata alla visita guidata di TASHKENT: la parte moderna con il Museo delle Arti Applicate, la Piazza dell’Indipendenza, la Piazza di Tamerlano, con la sua statua equestre, la Metropolitana (unica dell’Asia Centrale) con le sue 29 stazioni artistiche, ricche di marmi, stucchi e lampadari. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita del centro storico, con il Bazar Chorsu, con la cupola verde, la Moschea di Telyashayakh, le Madrase Kukeldash e Barakhon, il Museo Moye Mubarek dove è custodito il Corano Usman, considerato il più antico al mondo. Cena in ristorante e pernottamento.

3°gg: TASHKENT – NUKUS – MOYNAK – MIZDAKHAN - NUKUS
Colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto e volo per NUKUS, la capitale amministrativa della Repubblica Autonoma del Karakalpakstan, tristemente famoso per essere la regione in cui è stato provocato uno dei più impressionanti disastri ambientali provocati dall’uomo: la progressiva scomparsa del Lago d’Aral a causa dei programmi di irrigazione sovietici che sottrassero acqua ai suoi immissari, i fiumi Syr-Darya e Amu-Darya. Trasferimento a MOYNAQ (240 km – circa 4 ore) una sorta di cittadina fantasma che più di ogni altro luogo porta i segni dell’assurda tragedia del Lago d’Aral. Visita del così detto “cimitero delle navi”, dove giacciono, abbandonati sul fondo del lago prosciugato, i relitti arrugginiti di alcuni battelli che facevano parte della flotta di pesca. Interessante anche il Museo locale, allestito all’interno del municipio, dove si possono vedere alcune fotografie che mostrano com’era la zona prima del disastro. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita del Mausoleo MIZDAK KHAN Khan (XII-XVI secoli): è il piu grande cimitero della sua zona ed esiste dal periodo pro-islamico. visita del complesso archeologico: le numerose moschee e mausolei, tra cui il Mausoleo di Khan Slu e la Fortezza di Gyaur-Qala. Arrivo a Nukus, cena e pernottamento in Hotel.

4°gg: NUKUS – TOPRAK QALA – AYAZ QALA – KHIVA
Colazione in hotel. Mattina visita del Savitsky Karakalpakstan Art Museum, che ospita la seconda più grande collezione al mondo di opere d’arte d’avanguardia russa, trasferite qui dall’artista ed etnografo dissidente Igor Savitsky in epoca sovietica, che in questo modo riuscì a preservare migliaia di opere che in altre parti del Paese venivano distrutte perché non conformi agli input del regime. Successivo breve giro di Nukus (il municipio, il Teatro, la statua del Poeta Berdakh). Pranzo libero. Nel pomeriggio partenza verso sud attraverso il territorio di quello che fu un tempo lo stato di Corasmia (Khorezm) situato lungo la Via della Seta. Sosta alle rovine di TOPRAK QALA, fortezza appartenuta ai governatori della Corasmia nel III e IV secolo, e di AYAZ QALA, il complesso più imponente, composto da tre Fortezze dalle pareti di fango. Nel tardo pomeriggio arrivo a KHIVA dalle scintillanti cupole color turchese, le torri e i minareti, circondata da pianeggianti distese desertiche. Cena e pernottamento in hotel.

5°gg: KHIVA
Colazione in hotel. Mattina visita guidata di KHIVA antica città da “mille e 1 notte” e patrimonio UNESCO, il cui centro storico, Ichan Kala, è uno dei complessi monumentali più importanti e integri di tutta l’Asia, un’impeccabile “città-museo”: la Madrasa di Muhammad Amin Khan, il Minareto troncato di Kalta Minor, la Kunya-Ark = la Fortezza-residenza dei sovrani di Khiva, con l’harem, le scuderie, l’arsenale, la moschea e le prigioni, la bellissima Moschea Juma, il Mausoleo di Paxlavan Mahmud, leggendario poeta e filosofo, poi divenuto il Santo Patrono della città, e soprattutto il palazzo Toshhavli (la “casa di Pietra”) con il suo harem costruito nella fortezza e dove si trovano le decorazioni più sontuose di Khiva. Pranzo libero in corso di escursione. Al termine della vista tempo a disposizione per attività individuali. Cena e pernottamento in hotel.

6°gg: KHIVA – BUKHARA
Colazione in hotel. Partenza verso BUKHARA per il più lungo trasferimento del viaggio (450km circa), attraverso le sabbie rosse del deserto di Kyzylkum e al limite del deserto delle sabbie nere di Karakum. Insieme il Kyzylkum ed il karakum formano il quarto deserto più esteso al mondo, separati solo dal fiume Amu-Darya (l’antico Oxus) che segna il confine tra Uzbekistan e Turkmenistan. Sosta per il pranzo in un ristorante tradizionale chaykhana uzbeka lungo il fiume. Arrivo a Bukhara nel tardo pomeriggio, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

7°gg: BUKHARA
Colazione in hotel. Intera giornata visita guidata della città sacra di BUKHARA, patrimonio UNESCO. Con i suoi 2000 anni di storia Bukhara è una vera e propria città-museo con magnifici capolavori: il Mausoleo dei Samanidi, una delle meraviglie di tutti i tempi; il Mausoleo Chasma Ayub, costruito tra il XII e il XVI sec sopra una sorgente fatta scaturire da Giobbe; la Moschea Bolo-Hauz con le sue splendide colonne; la Fortezza di Ark, antica residenza degli emiri di Bukhara fino al 1920. Pranzo libero. Nel pomeriggio proseguimento delle visite al Complesso Poi Kaylan: il Grande Minareto del XII secolo, punto di riferimento per le carovane, la Moschea Kalyan, la Madrasa Miri Arab e la Madrasa di Ulughbek e quella di Aziz Khan per terminare con una passeggiata fino a Labi-Hauz, la piazza costruita intorno ad una vasca del 1620, oggi centro della città con negozi e caffè all’aperto. Cena con possibilità di spettacolo folcloristico tradizionale in madrasah. Pernottamento.

8°gg: BUKHARA- NURATA – LAGO AYDARKUL- YANGIGAZGAN
Colazione in hotel. Visita del piccolo Chor Minor, corpo di Guardia di una Madrasa con 4 minareti, e alla residenza estiva degli Emiri di Bukhara, denominata Sitorai Mohi Xossa. La visita termina al complesso di Bahavuddin Nakshbandi, luogo di pellegrinaggio e meditazione. Successiva partenza per la zona montuosa di NURATA e visita alle rovine del caravanserraglio di Rabbat Malik, alla sorgente con pesci sacri  e al castello di Alessandro Magno che qui giunse come ultima sua tappa prima di tronare in Battriana. Pranzo libero. Sosta successiva al LAGO AYDARKUL, un bellissimo lago artificiale situato a circa 10 km, incastonato tra le montagne di Nurata e le distese desertiche della regione di Navoi. Popolato da una grande varietà di uccelli acquatici, è anche conosciuto come “mare turchese tra le sabbie”. Tempo a disposizione per relax. In serata arrivo a YANGIGAZGAN e sistemazione nel campo di yurte, che si trova ai margini del deserto.
Le Yurte sono le case dei nomadi dell’Asia Centrale. Costituite da uno scheletro di legno e una copertura di tappeti di feltro. Le Yurte sono di tipo tradizionale con materassi e coperte disposte sul pavimento; L’unica apertura è la porta d’entrata. Docce calde e bagni sono esterni”
Cena e pernottamento nella Yurta.

9°gg: YANGIGAZGAN – SAMARCANDA
Dopo la colazione breve escursione nel deserto a dorso di cammello, con possibilità di incontrare gli abitanti della steppa, pastori nomadi che passano la vita in sella. Pranzo libero. Partenza per SAMARCANDA con tempo a disposizione nel pomeriggio. Cena e pernottamento in hotel.

10°gg: SAMARCANDA
Colazione in hotel. Giornata di visita guidata della bellissima città di SAMARCANDA, la città più famosa sulla Via della Seta: la grandiosa Piazza Registan, circondata da 3 Madrasse Ulugbek, Sherdor e Tillakori con la sua Moschea d’Oro. Pranzo libero. Pomeriggio visita della gigantesca Moschea di Bibi-Khanim fatta costruire da Tamerlano per la moglie preferita, con l’adiacente Siyob bazar; il Mausoleo di Gut Emir, con la stupenda cupola scanalata, che comprende la tomba di Tamerlano, di due figli e due nipoti; l’osservatorio di Ulugbekh. In serata spettacolo folcloristico in teatro El merosi, cena e pernottamento in hotel.

11°gg: SAMARCANDA – SHAKRI SABZ – SAMARCANDA
Colazione in hotel. Partenza per SHAKRI SABZ, “la città verde” (140 km – 2 ore sula strada), località situata a sud di Samarcanda e visita alle splendide rovine con oltre duemila anni di storia. E’ la città natale di Tamerlano e forse in origine oscurava la bellezza di Samarcanda: visita del Palazzo bianco Ak Saray, residenza estiva di Tamerlano, del complesso Dorut-Saodat con il Mausoleo di Jakhongir, il complesso Dorut-Tillavat con il Mausoleo di Shamseddin Kulyal e la Moschea di Kok-Gumbaz. Pranzo libero in corso di escursione. Al termine rientro a Samarcanda, cena e pernottamento in hotel.

12°gg: SAMARCANDA – URGUT - ASHRAF
Colazione, trasferimento al bazar di URGUT considerato il più grande di Samarcanda. Al termine della visita trasferimento ad ASHRAF (200 km – circa 3.5 ore): uno degli insediamenti presenti tra i Monti Nuratau, che ospitano molti antichi villaggi appartenenti a tre dei gruppi etnici principali : Uzbeki, Tajiki e Kazaki che popolano la regione tra i monti Nuratau ed il deserto del Zyzyl-Kum. La Yahsgigul homestay è una casa locale adibita all’accoglienza di viaggiatori in cerca di un’esperienza differente ed un contatto più vero con le popolazioni locali: la casa è costruita in pietra locale e possiede 4 camere con i tipici “tapchan” con materasso. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita al cimitero Hisor-Ota con la Khonaqo (casa dei darvisci) del XVI-XVII secoli e dele Case Antiche dei XV-XIX secoli. Tempo libero. Cena in una casa tipica locale e pernottamento.

13°gg: ASHRAF - TASHKENT
Colazione in casa tipica. Mattina dedicata a breve escursione a piedi lungo I sentieri di montagna con vista sui monti circostanti (circa 1-2 ore). Pranzo in casa tipica. Partenza per Tashkent (300 km – circa 4.5 ore). Arrivo e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.
14°gg TASHKENT-ITALIA
Colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto e partenza del volo per il rientro in Italia


PARTENZE 2020

Aprile 23
Maggio 14
Giugno 11
Luglio 2
Agosto 27
Settembre 10
Ottobre 8

DURATA

14 Giorni - 12 Notti

PARTECIPANTI

Minimo 2

QUOTA INDIVIDUALE

€ 1650

LA QUOTA COMPRENDE

10 pernottamenti in hotel 3*/4* a Tashkent, Nukus, Khiva, Samarcanda, Bukhara + 1 pernottamento nelle yurte a Yangigazgan e 1 pernottamento in casa ad Ashraf

Mezza Pensione dall’arrivo alla colazione della partenza

Volo interno Tashkent-Nukus

Tutti i trasferimenti da e per l’aeroporto indicati nel programma

Guida locale privata in lingua italiana durante tutte le escursioni e le visite indicate nel programma

1 bottiglia d’acqua per persona al giorno + servizio bagaglio negli hotels

Trasporto con mezzo confortevole con aria condizionata per tutte le visite e le escursioni previste nell’itinerario

Ingressi e biglietti nei musei e monumenti elencati nel programma

Assicurazione medico-bagaglio

LA QUOTA NON COMPRENDE

Tassa d’ iscrizione: € 50

Visto di Ingresso

Volo intercontinentale dall’Italia

Tasse aeroportuali

Pranzi e bevande

Escursioni facoltative

Eventuali supplementi per alta stagione o festività locali

Le mance, gli extra personali e tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”

Eventuale assicurazione annullamento (facoltativa)